giovedì 11 maggio 2017

Strani lampi seguiti dalla materializzazione di due Ufo nei cieli di Weaverville, Carolina del Nord

ufo portal dimension time travel flash of light (2)
Le ipotesi di visite extraterrestri sul nostro pianeta sono spesso associate nell'immaginario collettivo alla materializzazione improvvisa dei cosiddetti "dischi volanti" e altri strani dispositivi di fattura sconosciuta.
Nonostante le numerose segnalazioni più o meno attendibili, per gli scettici il fenomeno non ha alcuna giustificazione scientifica. Questa è anche l'opinione dello scienziato sovietico Sklovskij, che esaminando la questione della pluralità dei mondi abitati, è giunto alla conclusione che la civiltà della terra è l'unica nella nostra galassia e probabilmente nell'intero universo. 
In un articolo pubblicato dalla rivista americana "Science" del 21 ottobre 1966, i sostenitori dell'esistenza degli UFO hanno accusato gli scienziati di affrontare il problema in modo molto riduttivo e pregiudizievole. 
Loro (gli scienziati), nella loro arroganza non vogliono riconoscere l'esistenza di ciò che non si adatta nella loro limitata visione del mondo, come ad esempio il fenomeno degli UFO. Nonostante lo scetticismo della comunità scientifica gli ufologi continuano a porsi la seguente domanda: 
da dove provengono questi misteriosi oggetti volanti ? Il loro arrivo sulla Terra avviene attraverso l'apertura di una sorta di portale intercomunicante con un'altra dimensione? Gli strani lampi di luce rilevati nei cieli della Carolina del Nord potrebbero avere qualcosa a che fare con il viaggio nel tempo? 
Cosa sono i due oggetti scuri comparsi subito dopo il verificarsi di strani bagliori nel cielo terso della Carolina del Nord? Potrebbero essere delle capsule del tempo provenienti da chissà quale dimensione? 
E se gli alieni fossero veramente dei viaggiatori del tempo che nell'accedere nella nostra realtà fisica si prefiggono di modificare il decorso della storia e quindi anche gli eventi futuri? Una teoria del genere sembra prendere sempre più piega parallelamente alle nuove scoperte scientifiche circa l'esistenza di ipotetici varchi spazio-temporali che consentirebbero ai futuri esseri umani di viaggiare a ritroso nel tempo contravvenendo alle teorie formulate dal quel genio di Albert Einstein. 
Se sei dei nostri sostienici con un caffe' macchiato

4 commenti :

  1. A prescindere che le foto paiono ennesimi fake, pensare di essere le uniche forme di vita nell'Universo mi pare a dir poco demenziale, surreale ed anche presuntuoso. Appurato che esso è molto vasto e probabilmente infinito, un concetto che la mente uamana al momento non può comprendere, come si fa a pensare in modo così ottuso? L'astrofisa scomparsa M. Hack non godeva della mia simpatia, ma anche lei asseriva che l'universo è troppo grande perchè non possa contenere altre forme di vita oltre la nostra.
    Più evoluta di noi magari, non ci vuole molto, siamo così retrogradi, una delle specie più evolute in questo mondo sono i cetacei marini. Li vedo come dei custodi saggi del nostro passato, visione onirica e poetica? Forse, se imparassimo il loro linguaggio chissà quante cose ci narrerebbero...opinione di pirla.

    RispondiElimina
  2. Errata corrige: l'astrofisica... oppsss....

    RispondiElimina
  3. Prima però negava fortemente la possibilità di vita et poi avvicinandosi al capolinea ha cambiato idea. Avrà detto "Non si sa mai..."

    RispondiElimina
  4. Sti scienziati pazzi... mah... alla prossima

    RispondiElimina